Cucina & Tradizione

pomodoro

Cibo & Relax

Se desideri lasciare per qualche ora il caos cittadino e mangiare con le onde del mare che quasi ti accarezzano, sei nel posto giusto. Anche perché da Tavernetta Azzurra non sarai un cliente ma un ospite. E poi qui si mangia proprio bene.

In cucina infatti c’è lo chef Luciano che ogni giorno si diletta a preparare piatti squisiti seguendo le ricette della tradizione. Le sue specialità sono il risotto alla pescatore, gli spaghetti a vongole, la frittura di paranza però Luciano è bravo in tutto, proprio come il papà da cui ha ereditato l’amore per la cucina. 

Ma la bontà dei piatti non dipende solo dalla bravura dello chef ma anche dalla qualità degli ingredienti. Tutte materie prime locali! 

DSC_5294
DSC_5356
Ristorante Taverna Azzurra
Ristorante Taverna Azzurra

Il limoncello

Per la preparazione del caratteristico liquore di limone detto appunto “limoncello”, l’ingrediente essenziale è ovviamente il limone, che deve essere di Sorrento, quindi dalla forma ellittica, dalle dimensioni medio-grosse e dalla buccia ricca di oli essenziali, molto spessa, rugosa e color giallo citrino. 

La storia del limoncello è attraversata da molte leggende e diversi aneddoti, e la invenzione è contesa da sorrentiniamalfitani e capresi. La preparazione del Limoncello è semplice ma bisogna praticarla con meticolosità, e se bene osservata, in poco più di un paio di mesi questo profumatissimo liquore giallo dall’aroma deciso, potrà essere gustato, il più delle volte come digestivo, ma anche sui dolci o nelle macedonie.

Ingredienti:
700gr di zucchero- 1 kg di bucce di limoni freschissimi (50% maturi-50% acerbi)- 1 lt di alcool (60°/90°)- 3/4 foglie verdi- 1 lt di acqua 

Procedimento:

Lavate i limoni in acqua tiepida e spazzolateli per ripulirli da eventuali residui. Sbucciateli con un pela patate, per evitare di togliere anche la parte bianca della buccia (che risulta amara), mettete le scorze su un tagliere e riducetele a piccole listarelle; mettetele poi a macerare per 24 ore insieme a 1 lt di alcool e le foglie verdi in un contenitore di vetro (vaso o brocca) chiuso ermeticamente, in un luogo buio e fresco.

Passate le 24 ore, portate ad ebollizione l’acqua e unitevi lo zucchero, mescolando fino al suo scioglimento; a questo punto lasciate raffreddare lo sciroppo ottenuto, e poi versatelo, nel contenitore contenente le scorze in infusione. Filtrate il tutto, lasciate raffreddare e poi mettetelo in bottiglia e riponetelo in freezer, e….buona degustazione.

Goditi il tuo tempo Prenota il tuo tavolo

cipolle

Le nostre specialità

1

Calamaro alla brace

Calamaro di prima qualità cotto alla brace.

2

Ravioli al granchio

Ravioli fatti in casa ripieno con granseola spolpata in salsa di gameretti con rucola e scaglie e semi di finochietto selvativo.

3

Polipo alla brace

Polipo alla brace con glassatina di balsamico adagiato su crostone di pane in salsa verde aglio olio e aceto

4

Antipasto di mare

Antipasto misto mare con all’interno polipo alici marinate salmone marinato polipo all’insalata gamberetti e cocktail in salsa rosa tonno e spada affumicati